L’OSS libero professionista a Partita IVA

OSS a partita IVA
OSS in libera professione

Questo articolo è rivolto agli OSS che per necessità o virtù, decidono di lavorare come liberi professionisti.

Diverse sono le motivazioni che possono spingere a fare questa scelta:

  1. c’è chi sente dentro di se un forte spirito imprenditoriale ed è affascinato dal fatto di potersi spendere sul mercato ed acquisire sempre nuovi clienti, diversificando così la propria attività;
  1. c’è chi ha fiuto per gli affari e ritiene che nel territorio in cui vive, tenendo conto del bacino d’utenza dove si muoverà, potrà realizzare dei guadagni maggiori rispetto al lavoro da dipendente;
  1. c’è chi si sente uno spirito libero e non gli piacciono lacci, lacciuoli e le troppe regole che impone il lavoro dipendente come il rispetto degli orari, il timbro del cartellino, la routine, i protocolli;
  1. c’è chi non riesce più, per i motivi più svariati a trovare un lavoro da dipendente e decide così di intraprendere la libera professione.

Procedure da seguire per lavorare

come liberi professionisti a Partita IVA

Per esercitare un’attività in modo autonomo, è necessario per prima cosa aprire la partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate.

Con la Partita IVA, si diventa imprenditore di se stessi, potendo così organizzare e offrire in modo autonomo le proprie prestazioni professionali.

L’apertura di una partita IVA è una procedura molto importante che richiede diversi obblighi da rispettare, per questo è di fondamentale importanza affidarsi a un Commercialista serio, competente, di cui ci si fida.

Contestualmente, è necessario scegliere il Codice ATECO relativo all’attività svolta e il Regime Fiscale da adottare.

Con il Codice ATECO infatti si procede a determinare quali attività si possono svolgere con la propria Partita IVA e quali non si possono svolgere.

E’ inoltre necessario aprire la posizione INPS al fine di sostenere i relativi oneri previdenziali, validi ai fini pensionistici.

Il regime fiscale:

il regime forfettario

La scelta del Regime Fiscale a cui aderire determinerà l’entità delle tasse da pagare e la loro scadenza.

Nel 2019 chi ha aperto/aprirà la partita IVA ha potuto/potrà optare per il Regime Forfettario.

È un regime fiscale agevolato che offre agli operatori economici di ridotte dimensioni, particolari vantaggi fiscali e contabili.

Ad esempio,  permette di applicare al reddito imponibile di chi fattura fino a 65.000 Euro all’anno un’unica imposta, nella misura del 15%, sostitutiva di quelle ordinariamente previste (imposte sui redditi, addizionali regionale e comunale, Irap).

Per le start up invece, vale a dire per chi invece apre una nuova attività ed è in possesso dei requisiti di legge previsti, la suddetta imposta sostitutiva è ridotta al 5% per i primi cinque anni di attività.

Si spera che questo regime di vantaggio venga confermato dal legislatore anche per il 2020.

Chi scrive non è un fiscalista e ovviamente, prima di aprire la partita IVA e di compiere scelte avventate, si consiglia di rivolgersi a un commercialista competente per illustrare l’attività che s’intende svolgere, in modo da capire quale sia il regime fiscale di maggior vantaggio a cui aderire (oppure desistere perché troppo oneroso).

Scopo dell’articolo è fornire dei consigli sulle attività che un OSS può svolgere in regime di libera professione.

Ma anche in questo caso dovrà essere il diretto interessato che dovrà capire quali prestazioni, nel rispetto del proprio profilo professionale, potrà svolgere.

Consigli su come organizzarsi

in regime di libera professione

 Questi sono i principali consigli: 

  1. realizzare un mini sito internet contenente le pagine essenziali dove presentare se stessi, le prestazioni che si intendono offrire e i destinatari delle stesse; 
  1. spiegare ai potenziali clienti se li riceverai presso una tua sede e/o li raggiungi al proprio domicilio; 
  1. realizzare una brochure e carta dei servizi offerti; 
  1. promuoversi direttamente, presso i medici di famiglia, assistenti sociali comunali e del territorio, le ASL, le aziende ospedaliere, ospedali privati, cliniche, strutture sanitarie, sociali e socio-sanitarie in generale; 
  1. farsi pubblicità sui social, con gli amici e conoscenti, con il passa parola. La pubblicità può essere fatta anche a pagamento su internet o con dei volantini pubblicitari da distribuire poi nel quartiere, territorio in cui si opera.

 Agenzia di assistenza domiciliare

Una cosa che gli OSS non devono sottovalutare è quella di aprire un’Agenzia di assistenza domiciliare.

Quest’attività può essere svolta in autonomia (vedi a questo proposito la pagina del mio blog dedicata all’argomento https://www.simonepiga.it/aprire-centro-di-assistenza-domiciliare/ )

o scegliendo di lavorare in franchising, che spesso però, ha dei costi altissimi.

Per avviare questo tipo di attività, è necessario aprire una sede, possibilmente fronte strada e in luogo di forte passaggio di pubblico, ed offrire principalmente le seguenti prestazioni alla popolazione anziana e/o diversamente abile:

  • Assistenza domiciliare e ospedaliera
  • Assistenza all’igiene personale e della casa
  • Mobilizzazione, controllo postura, aiuto nell’alzarsi o nel coricarsi
  • Vestizione e svestizione
  • Aiuto nell’assunzione e/o somministrazione dei pasti
  • Veglie diurne e notturne
  • Servizi di trasporto e accompagnamento presso ospedali o centri di riabilitazione, presso strutture specialistiche o residenziali per visite mediche di accertamento o cure, per esigenze di carattere sanitario, terapeutico, riabilitative e sociali
  • Accompagnamento all’esterno
  • Commissioni, disbrigo di pratiche burocratiche e amministrative presso uffici pubblici e privati
  • Attività di aiuto, relazione, cura e sostegno al mantenimento o recupero del benessere psicofisico della persona assistita
  • Organizzazione di attività mirate alla socializzazione (accompagnamento per passeggiate, gite, soggiorni turistici e climatici)
  • Assistenza infermieristica (avvalendosi della collaborazione di infermieri)
  • Fisioterapia a domicilio (avvalendosi della collaborazione di fisioterapisti).

L’OSS titolare dell’agenzia potrà offrire direttamente i propri servizi (quelli di competenza dell’OSS) o avvalersi della collaborazione di altri OSS, da inquadrare come dipendenti, liberi professionisti o con l’uso della collaborazione occasionale e, lo stesso discorso, vale per l’impiego di infermieri e fisioterapisti.

Si consiglia di verificare inoltre, a chi apre l’agenzia, la possibilità di partecipare a gare d’appalto pubbliche o di poter richiedere l’accreditamento agli enti pubblici (Comune o ASL), lavorando così in convenzione con gli stessi e sotto il loro controllo, ad esempio nei servizi di assistenza domiciliare.

Ulteriori ambiti di attività

L’OSS in regime di libera professione potrà offrire, a titolo d’esempio, i propri servizi (ovviamente se e dove previsto e compatibile con le leggi in vigore e regolamenti delle singole strutture): 

  1. al domicilio di persone fragili, in particolare non autosufficienti;
  2. agli ospedali, in genere quelli privati, case di cura, cliniche, se e dove previsto;
  3. alle strutture per anziani non autosufficienti (principalmente CDI/RSA);
  4. alle strutture per persone diversamente abili (principalmente CDD/RSD/CSS);
  5. agli Istituti di riabilitazione;
  6. agli hospice;
  7. presso i nuclei alzheimer;
  8. comunità per persone con disagio psichico;
  9. alle cooperative, associazioni di volontariato che operano sul libero mercato.

 Attività di formazione

Cosa da non escludere, per gli OSS più esperti, la possibilità di proporre attività formative.

 L’assicurazione professionale

Si consiglia infine a chi opera come libero professionista, di sottoscrivere, prima di iniziare, idonea polizza assicurativa RCT (Responsabilità civile contro terzi) per i danni a cose e persone che si potrebbero causare nello svolgimento della propria attività.

Approfondimenti

Le competenze dell’Operatore Socio Sanitario

https://www.simonepiga.it/loss-le-competenze-delloperatore-socio-sanitario-atto-del-22-febbraio-2001-conferenza-stato-regioni-e-province-autonome-di-trento-e-bolzano/

Il profilo professionale e le diverse competenze dell’OSS nelle Regioni. Le competenze dell’OSS in Regione Lombardia

https://www.simonepiga.it/loss-il-profilo-professionale-le-competenze-delloss-nelle-diverse-regioni-le-competenze-delloss-in-regione-lombardia/

Per approfondimenti sui requisiti di accesso ai corsi per OSS in Lombardia, ti consiglio di leggere il mio articolo, cliccando sul seguente link: https://www.simonepiga.it/blog/

Inoltre potrebbe interessarti anche il seguente articolo: “L’evoluzione delle diverse figure di supporto, dall’ausiliario portantino all’OTA, OSS e OSSS”, che potrai leggere cliccando sul seguente link: https://www.simonepiga.it/blog/

e anche il post dal titolo “Il reato di esercizio abusivo di una professione” che potrai leggere

cliccando sul seguente link: https://www.simonepiga.it/blog/

nonché il post dal titolo: “L’OSS e la legge Lorenzin” che trovi al seguente link:

https://www.simonepiga.it/blog/

e il post dal titolo: l’OSS e la legislazione sociale e sanitaria per i concorsi

che trovi al seguente link: https://www.simonepiga.it/

CONCLUSIONI

Scrivere un articolo su tematiche molto complesse, nonostante l’attenzione posta e l’impegno profuso nel prepararlo non è per niente facile e può sfuggire qualcosa, oppure si trascura qualche argomento che merita di essere maggiormente approfondito. 

Se vuoi fornirmi preziosi consigli o eventuali approfondimenti da fare sul presente articolo, o segnalarmi delle imprecisioni, puoi farlo scrivendomi al seguente indirizzo di posta elettronica:     simo.piga@gmail.com

Non posso garantire di riuscire a risponderti o di risponderti in tempi brevi, ma terrò in grande considerazione la tua opinione.

Se ti è piaciuto questo articolo ti chiedo di mettere un semplice “like” sullo stesso e di condividerlo sui tuoi canali social, al fine di farlo conoscere.

Grazie.

Dott. Simone Piga

WWW.SIMONEPIGA.IT

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*